Lascia un commento

Sas tappas in Mamujada, una manifestazione per giovani e meno giovani!

1388094_10201764699011845_152545764_nDestare l’interesse di uomini e donne di ogni età, gruppi di ragazzi, giovani famiglie armate di passeggini e nonni entusiasti: questo è riuscito a fare “Sas tappas in Mamujada” evento facente parte del circuito Autunno in Barbagia. Mamoiada ha aperto le sue case ai numerosissimi visitatori allestendo ben 115 tappas in cui si preparava prevalentemente cibo, mentre era ridotta l’esposizione da parte di aziende che presentavano i loro prodotti. Vi sono degli aspetti di questa manifestazione che colpiscono particolarmente: immergersi nelle vie del paese equivaleva ad iniziare un percorso sensoriale a tutto tondo. Gli odori dei piatti tipici e del corposo cannonau erano costantemente accompagnati da musica sarda, tanto che mischiandosi venivano recepiti quasi in maniera sinestetica. I colori chiari delle pareti delle abitazioni catturavano quelli sgargianti delle zucche intagliate in occasione del primo Novembre, le composizioni di frutta autunnale creavano la perfetta scenografia per un percorso di cultura, enogastronomia e tradizioni artigiane esaltate dall’autentica ospitalità. A colpire maggiormente di questa manifestazione è stata la forte presenza di giovani che passavano con disinvoltura dal cantare urlanti “Mamojada” dei Tazenda per poi spostarsi in un’altra tappa dove un Dj improvvisato suonava revival dal primo piano di un’abitazione come fosse un “vertical stage”.

La folta presenza di giovani evidenzia una crescente voglia di Sardegna. I giovani alcune volte preferiscono uscire dal vortice delle serate stereotipate riscoprendo un modello di divertimento che gli permette anche di rinsaldare il legame con la terra, la cultura e la tradizione. Per una volta si può anche rinunciare a fare le ore piccole e preferire una gita con gli amici…

DSC04533Una Sardegna che si valorizza ma che allo stesso tempo si apre al resto del mondo, ne è prova la mostra fotografica sulla Turchia con la quale si da risalto alle difficoltà sociali e politiche di alcuni paesi del sud-est dell’Anatolia.

Anche questa edizione di Tappas in Mamujada è stata vincente, grande pubblico, particolarmente diversificato, ottimo cibo e sentiti ricordi che invoglieranno i partecipanti a tornare anche in futuro, magari in occasione del carnevale che a Mamoiada significa fuochi, Mammuthones e Issohadores.

Se vi è piaciuto questo articolo e volete rimanere aggiornati potete cliccare “mi piace” sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/pages/Terra-Mater/272992839424264?ref=hl

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: